marco ilardi imprenditore ritratto
Marco Ilardi imprenditore CEO di Micropedia

Sviluppo applicazioni web e mobile personalizzate e faccio consulenza seo per migliorare il posizionamento del tuo brand sui motori di ricerca 

Web 1 web2 e web 3 significato e differenze

web 1 web 2 web 3 significato
Sommario
Picture of Marco Ilardi
Marco Ilardi
Marco Ilardi, nato a Napoli il 12/5/1970, è un imprenditore digitale CEO di Micropedia, sviluppatore di app mobile, scrittore, blogger ed un seo specialist esperto di knowledge panel di Google.
In questo articolo vi spiego che cos'è il web con parole semplici in particolare cosa sono web 1 web 2 web 3 e cosa potevano fare gli utenti.

Fin dal 1990 in cui è stato creato da Tim Berners Lee che ho avuto il piacere di conoscere a Rimini, il web ha attraversato varie fasi evolutive passando da un ambiente piuttosto chiuso ad uno piuttosto aperto.

In questo articolo voglio parlarvi delle varie fasi e delle differenze tra web 1.0 web 2.0 e web 3.0

Che cos’è il web 1 lettura e informazione

Il web 1 come dicevo nasce nel 1990 ad opera di Tim Berners Lee ed era caratterizzato da una serie di siti web sui quali gli utenti non potevano interagire. Uno dei suoi soprannomi è infatti web statico.

1 sito web al mondo

Il 6 agosto 1991 Tim Berners Lee mise on line il sito del CERN, il primo sito internet della storia.

Erano di moda soprattutto le directory come Yahoo directory nelle quali dovevi per forza registrare il tuo sito per dargli un po’ di visibilità.

esempio di web 1 la Yahoo directory
web 1 la yahoo directory

I siti agli albori di internet erano molto semplici graficamente c’erano pochi contenuti interattivi e la navigazione era piuttosto sequenziale: si passava come automi con un click da un sito all’altro.

L’arrivo del web 2 creazione e condivisione

Piò o meno intorno all’anno 2000 quando esplosero tecnologie innovative come Javascript e CSS i siti cominciarono a diventare più interattivi e nacque il cosiddetto web collaborativo.

In particolare ricordo quando ci fu il boom di Flash che però attualmente non è più utilizzabile nacquero un sacco di siti carini ricordo in particolare molti giochi arcade a cui giocavo dalla mattina alla sera.

La svolta ci fu nel 1998 quando nacque Google che rese possibile esplorare più facilmente il web con ricerche che fornissero agli utenti liste di siti internet che potevano interessargli rispetto alla keyword inserita. Questo portò a definire il web 2.0 come web dinamico, data la semplicità con cui ci si spostava da un risultato all’altro.

Col web 2 nacquero anche le prime chat e i primi forum dove gli utenti si registravano e potevano finalmente parlare ed interagire tra loro.

Questo ha non solo facilitato la nascita di belle community come ad esempio 16 anni fa in Italia Connect GT Forum di Giorgio Taverniti a cui sono iscritto dal 2016, ma ha anche aumentato a diffondere la conoscenza del web e della programmazione ed ha portato anche alla nascita della seo così come la conosciamo.

Inutile parlare poi della nascita dei social network come Facebook, Twitter, Instagram che hanno contribuito ad aumentare al massimo le interazioni tra gli utenti del web, che in breve tempo si sono trasformati da utilizzatori del web a consumatori e a merce, a prodotto in vendita sul web.

esempio di web 2 i social network come facebook
web 2 pagine facebook

Ricordate che i social network sono gratuiti perché il prodotto che vendono siamo noi.

Nasce il web 3 controllo e proprietà dei dati

Proprio per questi motivi legati alla privacy ed al controllo delle nostre vite che è venuto fuori con il web 2 che intorno al 2010 è nato il web 3 che è un nuovo tipo di internet dove le informazioni non sono detenute da un unico soggetto ma si trovano decentralizzate su tanti server di persone diverse che non possono modificarle e possono solo condividerle aggiungendo ulteriori tasselli o blocchi a quel web la cosiddetta blockchain che poi viene integralmente ricopiata su tutte le altre postazioni.

Inizialmente c’era un unica blockchain ma attualmente ce ne sono altre.

Il vantaggio della blockchain oltre ad essere immutabile e impossibile da cadere nelle mani di un unico soggetto che possa farne un monopolio, è che è possibile creare oggetti come gli NFT o i soulbound tokens che restano immutabili per sempre sulla catena.

Questo ha portato anche alla nascita di criptovalute come i bitcoin che hanno tolto un grande potere al monopolio mondiale delle banche sui nostri risparmi.

esempio di web 3 le criptovalute
web 3 binance

Altro elemento fondamentale introdotto nel web 3 sono il semantic web il machine learning e l’intelligenza artificiale ed il famosissimo metaverso.

Proprio grazie a questa immutabilità si è pensato di gestire la tracciabilità alimentare con la blockchain con fantastiche piattaforme come Authentico e penso in futuro anche i certificati al tribunale o al comune saranno salvati sulla blockchain così come i contratti di proprietà degli appartamenti. Qui però probabilmente sto già parlando involontariamente di web 4.

esempio di web 3 tracciabilità alimentare sulla piattaforma Authentico
web 3 tracciabilita blockchain authentico

Se volete ho realizzato anche un video su YouTube sul significato di web 1 web2 e web 3 spero vi piaccia

Spiegazione delle varie fasi di internet che cosa sono il web 1.0 il 2.0 ed il 3.0

Condividi l'articolo
Forse ti potrebbe interessare