marco ilardi imprenditore ritratto
Marco Ilardi imprenditore CEO di Micropedia

Sviluppo applicazioni web e mobile personalizzate e faccio consulenza seo per migliorare il posizionamento del tuo brand sui motori di ricerca 

Glossario Marketing

glossario marketing
Sommario
Picture of Marco Ilardi
Marco Ilardi
Marco Ilardi, nato a Napoli il 12/5/1970, è un imprenditore digitale CEO di Micropedia, sviluppatore di app mobile, scrittore, blogger ed un seo specialist esperto di knowledge panel di Google.
In un'era digitale in rapida evoluzione, la comprensione della terminologia specifica del marketing digitale è diventata fondamentale per navigare con successo nel panorama online. Il presente glossario offre una panoramica esaustiva e accessibile dei termini più impiegati e delle loro definizioni, fungendo da risorsa indispensabile per professionisti, esperti di marketing e neofiti che desiderano affinare le loro competenze e strategie digitali. Dall'A/B Testing al Webinar, ogni termine è spiegato con definizioni chiare e concise, progettate per arricchire la conoscenza del lettore e supportare l'implementazione di strategie di marketing digitale efficaci. Questo articolo non solo serve come punto di riferimento rapido ma stimola anche una maggiore comprensione delle diverse tecniche e strumenti disponibili, incoraggiando un approccio informato e strategico al marketing digitale con un glossario dei termini principali e più utilizzati dai marketers.

Nel marketing ci sono tantissimi termini tecnici che spesso vengono utilizzati soprattutto per indicare i KPI. Nel marketing infatti tutto ciò che non può essere misurato non può essere migliorato.

Per aiutarvi a comprendere articoli di marketing è necessario avere sempre a disposizione un glossario un dizionario dei termini più utilizzati nel settore marketing. Ecco quelli che ho inserito finora:

A/B Testing

Metodo comparativo per testare due versioni di una pagina web o app per determinare quale performa meglio in termini di conversioni o altri KPI.

Affiliate Marketing

Strategia di marketing basata sulla performance in cui un’azienda remunera uno o più affiliati per ogni visitatore o cliente ottenuto attraverso gli sforzi di marketing dell’affiliato.

Algorithm (Algoritmo)

Procedure o formule usate dai motori di ricerca per determinare l’ordine dei risultati mostrati.

Analytics (Analisi)

Raccolta, analisi e interpretazione di dati relativi alle attività degli utenti su siti web e app, utilizzata per ottimizzare strategie e performance digitali.

Misura il grado di conoscenza del brand fra il target dei clienti

Misura il grado di conoscenza del brand fra il target dei clienti

Bounce Rate (Tasso di Rimbalzo)

Percentuale di visitatori che lasciano un sito dopo aver visualizzato solo una pagina, senza interagire con il sito.

Brand Activation

Processo di rendere il brand “attivo” nel mercato, attraverso campagne, esperienze o eventi che promuovono l’engagement e l’interazione con il target di riferimento.

Brand Advocacy

Livello di supporto e promozione che il brand riceve dai suoi clienti, spesso manifestato attraverso passaparola positivo e raccomandazioni.

Brand Architecture

Struttura organizzativa dei marchi all’interno di un’entità aziendale, che definisce le relazioni e l’interdipendenza tra il marchio principale e i sub-brand o i prodotti.

Brand Association

Qualità, attributi, emozioni e percezioni che i consumatori collegano istintivamente a un marchio, influenzando la loro decisione d’acquisto.

Brand Awareness

Livello di riconoscimento e familiarità che un consumatore ha con un marchio, influenzando direttamente la probabilità di scelta in fase di acquisto.

Brand Equity

Valore aggiunto che un marchio conferisce a un prodotto o servizio, spesso riflesso nella capacità del marchio di comandare un prezzo premium o di mantenere clienti fedeli.

Brand Experience

Somma delle interazioni che un consumatore ha con un marchio, comprendendo ogni punto di contatto, dalla pubblicità all’assistenza clienti, che influisce sulla percezione complessiva del marchio.

Brand Extension

Strategia di marketing in cui un marchio esistente viene utilizzato per lanciare un nuovo prodotto o servizio in una categoria di mercato diversa da quella originale.

Brand Identity

Insieme degli elementi visivi e stilistici che compongono l’immagine di un marchio, inclusi logo, colori, tipografia e packaging, che contribuiscono a distinguere il marchio nel mercato.

Brand Image

L’immagine complessiva che il pubblico ha di un marchio, basata sulle percezioni, idee ed esperienze associate al marchio stesso.

Brand Loyalty

Fedeltà di un cliente verso un marchio, che si manifesta attraverso ripetute acquisti o preferenza costante, nonostante le offerte della concorrenza.

Brand Management

Processo di analisi e pianificazione su come un marchio viene percepito nel mercato, con l’obiettivo di costruire una buona reputazione e di mantenere la sua promessa ai consumatori.

Brand Positioning

Strategia di marketing che mira a creare una nicchia unica per un marchio nella mente dei consumatori, differenziandolo dalla concorrenza.

Brand Promise

Impegno che un marchio fa ai suoi consumatori, riguardante il valore o l’esperienza che i consumatori possono aspettarsi di ricevere ogni volta che interagiscono con il marchio.

Brand Reputation

La stima e il rispetto che un marchio ha guadagnato tra i consumatori e il pubblico più ampio, spesso costruita su qualità, affidabilità e integrità.

Brand Strategy

Piano a lungo termine per lo sviluppo di un marchio di successo al fine di raggiungere specifici obiettivi di business, che include target di mercato, posizionamento e mix di comunicazione.

Brand Values

Insieme di principi e credenze che guidano le azioni e le comunicazioni di un marchio, riflettendo ciò che il marchio rappresenta per i suoi stakeholder.

Brand Voice

Stile e tono univoci utilizzati nella comunicazione del marchio, che contribuiscono a personificarlo e a renderlo riconoscibile attraverso i vari canali di comunicazione.

Call to Action (CTA)

Un invito esplicito a un’azione immediata, come “Iscriviti ora” o “Scopri di più”, spesso presente in annunci, pagine web o email.

Churn rate

Inverso al Customer Retention Rate, indica il numero di clienti persi, rispetto ai clienti in portafoglio a inzio periodo

Complaints

Numero assoluto dei reclami o come rapporto tra il numero dei reclami e il volume di vendite 

Consideration set

Strettamente connesso all’indice di notorietà, evidenzia come il brand menzionato sicuramente rientra nel paniere di scelta del cliente 

Piattaforma software che facilita la creazione, modifica, gestione e pubblicazione di contenuti digitali.

Conversion Rate (Tasso di Conversione)

Percentuale di utenti che compiono un’azione desiderata (come l’acquisto o l’iscrizione) rispetto al totale dei visitatori.

Customer attraction rate (CAR)

Tasso di attrazione di nuovi clienti 

Customer retention rate (CRR)

Tasso di mantenimento dei clienti, dato dal numero dei clienti in portafoglio al termine di un periodo meno il numero dei nuovi clienti 

Promozione di prodotti o marchi tramite una o più forme di media elettronico.

Distribuzione numerica

La distribuzione numerica (chiamate anche “la numerica”, in quanto diversa dalla ponderata) corrisponde al numero di punti di vendita serviti, sul numero totale dei punti di vendita presenti in un’area geografica

Utilizzo di email per promuovere prodotti o servizi, mantenere relazioni con i clienti o acquisire nuovi clienti.

Engagement (Coinvolgimento)

Livello di interazione e partecipazione dell’utente con un marchio attraverso vari canali digitali.

Frequency

Intervallo temporale tra un acquisto e il riacquisto in una unità temporale

Indice di notorietà

Misura la percentuale di clienti che nomina il brand per primo, in risposta alla domanda “Qual è la prima marca che ti viene in mente pensando al settore x?” La risposta a questa domanda individua anche il cosiddetto TOP OF MIND, ossia la prima marca che viene in mente

Indice di preferenza d’acquisto

Percentuale dei clienti che nomina per prima la marca che preferirebbe acquistare rispondendo alla domanda: “quale brand preferiresti acquistare per il prodotto x?” 

Strategia di marketing che sfrutta l’influenza e l’autorità di figure note o esperte in un determinato settore per promuovere un marchio, prodotto o servizio.

Keyword (Parola Chiave)

Termini o frasi utilizzati nelle ricerche online, fondamentali per le strategie SEO e SEM.

Landing Page

Pagina specifica su un sito web creata per una campagna pubblicitaria, dove gli utenti “atterrano” dopo aver cliccato su un annuncio.

Margine di contribuzione

Teso alla copertura dei costi fissi, è espresso dalla differenza tra fatturato e costi specifici del brand premium, nei quali sono inclusi gli investimenti di marketing, vendite e distribuzione

Mobile Marketing

Strategie di marketing ottimizzate per dispositivi mobili, inclusi smartphone e tablet, per raggiungere gli utenti attraverso app, siti web, email, SMS e social media.

Net marketing contribution (NMC)

Misura la contribuzione delle attività di branding alla formazione del margine  ed è un indicatore della profittabilità dell’offerta del brand premium al mercato. Tale indicatore registra quanto ciascun brand o prodotto contribuisce ai profitti complessivi, al netto di altri costi non direttamente correlati (costi indiretti secondo diverse logiche), quindi è dato dal margine lordo cui si sottraggono i costi di marketing e sales

Net promoter score (NPS)

Definisce il valore della differenza fra la percentuale dei promotori e la percentuale dei detrattori. L’idea sottostante è connessa alla suddivisione dei clienti in tre categorie:  

  • i promotori (promoters), estremamente soddisfatti del brand che generano un passaparola positivo e forniscono alla marca punteggi pari a 9 o 10 su di una scala da 1 a 10;   
  • i passivi (passives) che sono soddisfatti ma non entusisti e pertanto forniscono un punteggio da 7 a 8. Rappresentano dei clienti vulnerabili all’offerta dei brand concorrenti e si mostrano riluttanti nel segnalare il brand ad altri e nell’innescare un passparola positivo; 
  • i detrattori (detractors) che non sono soddisfatti del brand e formulano giudizi negativi parlandone con altri. I punteggi si assestano tra 1 e 6. 

Pass Through

Misura quanta parte degli sconti riconosciuti ai rivenditori vengono traslati ai consumatori. Esso è il rapporto fra valore delle promozioni di prezzo riconosciute dai rivenditori ai consumatori (numeratore) e valore delle promozioni di prezzo riconosciute dall’impresa ai rivenditori (denominatore), altro indicatore di scontistica è rappresentato dal rapporto tra il prezzo unitario al numeratore e il prezzo di listino al denominatore

Modello di pubblicità online in cui l’inserzionista paga un importo ogni volta che il suo annuncio viene cliccato.

Quota a scaffale

 È data dal rapporto tra facing del brand (la vista frontale di una singola confezione a scaffale ad assortimento completo) e i facing totale (fornito da quella categoria e dai concorrenti)

Quota di mercato assoluta

Rapporta l’ammontare delle vendite del brand, in volume, al volume delle vendite totali del mercato e costituisce una misura della dimensione del brand sul mercato

Quota di mercato relativa

Rapporta le vendite del brand premium, sempre a volume, alle vendite di un concorrente di riferimento, che può essere il brand leader di mercato o il key-competitor, fornisce indicazioni sulla distanza competitiva rispetto ai concorrenti

Recency

Recentezza dell’acquisto, è la distanza temporale intercorsa dall’ultimo acquisto

Redemption rate

Totale delle risposte o delle vendite ottenute rispetto ad una iniziativa rivolta a un target di clienti  

Return on sale (ROS)

È espresso  come margine percentuale di contribuzione sulle vendite​ 

Returning on brand investment (ROBI)

È dato dal rapporto tra Margine di contribuzione netto e il totale degli investimenti di branding , ed esprime la reddititivtà degli investimenti realizzati per il brand premium. L’indicatore pone al numeratore il NMC per misurare la redditività del solo contributo delle attività di branding al netto di altre scelte di natura finanziaria, organizzativa o produttiva; al denominatore si inseriranno gli investimenti effettuati nel periodo e non gli aset accumulati. Benchè possa apparire come una finzione, essa è necessaria perché gli investimenti di marketing non sono incorporati all’interno di immobilizzazioni poste fra le attività di bilancio, ma all’interno dei brand e delle relazioni con i clienti (con una quantificazione non agevolmente desumibile dalla contabilità tradizionale)

Pratica di ottimizzazione di un sito web per migliorarne la visibilità nei risultati organici dei motori di ricerca.

Social Media Marketing (SMM)

Utilizzo di piattaforme di social media per promuovere un prodotto o servizio, aumentando la visibilità del marchio e l’engagement degli utenti.

Tasso di copertura ponderata

Esprime il peso del cliente distributore servito (singolo dealer, singolo punto di vendita, singola catena, ecc) rispetto a tutti i distributori che sul mercato trattano la categoria di appartenenza della marca premium, in altri termini sarebbe la quota di mercato dei clienti distributori serviti. Si calcola come rapporto tra gli acquisti totali del genere di prodotto della marca premium effettuati dalla clientela servita dal cliente distributore e le vendite totali del genere di prodotto nel mercato di riferimento. Un valore elevato indica che i distributori serviti dal brand premium  servono una grande parte del mercato finale per la categoria di prodotto, viceversa un livello contenuto indica una copertura di una piccola quota di mercato

Tasso di penetrazione

Calcolato come quota degli acquisti del cliente distributore (singolo dealer, singolo punto di vendita, singola catena, ecc) effettuati per la marca in questione rispetto al totale degli acquisti della categoria cui appartiene la marca premium; tale tasso esprime in prima approssimazione il legame esistente tra distributore e marca/azienda e il potere più o meno elevato che il brand ha sul distributore

Tasso di utilizzo del coupon

Pone in rapporto le vendite con coupon redemption rate misurandone la penetrazione delle attività di promozione

Tempo intercorrente tra la messa a punto dell’innovazione e la sua commercializzazione

Trial acquisition

Rapporto fra prove ed acquisto di un brand durante un periodo (tipicamente un periodo in cui il rand è in promozione) 

Trial rate

Il rapporto di prove del prodotto rispetto al numero di proposte

Esperienza complessiva di un utente quando interagisce con un prodotto, servizio o sistema, inclusi aspetti di design, usabilità e funzionalità.

Webinar

Seminario o presentazione tenuto online, spesso utilizzato come strumento di marketing per l’educazione o la promozione.

Willigness to pay

Disponibilità a pagare, misurata con scala ordinale a punti

Willigness to reccomend

La percentuale dei consumatori che sono disponibili a consigliare il prodotto, misurata con scala ordinale a punti

Condividi l'articolo
Forse ti potrebbe interessare