marco ilardi imprenditore ritratto
Marco Ilardi imprenditore CEO di Micropedia

Sviluppo applicazioni web e mobile personalizzate e faccio consulenza seo per migliorare il posizionamento del tuo brand sui motori di ricerca 

Come farsi rubare account Facebook da polli

come rubare ed hackerare account facebook
Sommario
Picture of Marco Ilardi
Marco Ilardi
Marco Ilardi, nato a Napoli il 12/5/1970, è un imprenditore digitale CEO di Micropedia, sviluppatore di app mobile, scrittore, blogger ed un seo specialist esperto di knowledge panel di Google.
L'articolo tratta delle tecniche utilizzate per rubare account Facebook, concentrandosi principalmente sul phishing. Descrive come i truffatori inviano false email minacciose, simulando la disabilitazione dell'account Meta a causa di presunte violazioni nelle campagne di advertising. Si sottolinea la pericolosità di cliccare su link fraudolenti, evidenziando un esempio di sito falso rispetto al sito ufficiale di Meta. L'autore avverte sulle tattiche di phishing, utilizzando l'ingegneria sociale e attacchi informatici per rubare pagine Facebook. Infine, offre consigli su come proteggere le pagine, promuovendo password robuste, l'autenticazione a due fattori e la prontezza nel contattare Facebook in caso di sospetto furto.

Molti pensano che esista un programma per craccare password facebook ma esiste un sistema molto più semplice per farlo. Non esistono neanche metodi per craccare password facebook online.

Una delle tecniche più utilizzate per rubare gli account Facebook è quella del phishing.

Si tratta in pratica di false email che minacciano qualcosa di irreparabile ed invitano ad agire cliccando su un link o un pulsante.

Come hackerare Facebook

Una delle tecniche più comuni per craccare password Facebook ultimamente è questa mail o simili:

La mail dice advertising account disabled ed è un fake!

come rubare ed hackerare account facebook
come rubare account facebook

In pratica la mail dice che il nostro account Meta è stato disabilitato a causa di violazioni sulle campagne di advertising.

Rubare profilo Facebook è l’equivalente di hackerare mail quindi creare una mail simile a quelle reali.

Già ci sono due cose che non quadrano in questo messaggio:

  • La prima è che se aprite Facebook funziona perfettamente
  • La seconda è che probabilmente non ho mai fatto advertising, ossia pubblicità su Facebook

La mail invita a cliccare sul pulsante blu richiedi revisione entro 24 ore per evitare la cancellazione definitiva del tuo account.

Cliccando sul pulsante però il sito che si apre non è assolutamente quello di Meta che è https://www.meta.com/it-it/help/support/

Una cosa che può trarre in inganno è che altri link che ci sono nella mail o sulla pagina riconducono a vere pagine di documentazione di Facebook come ad esempio https://www.facebook.com/help/975570072950669/?ref=share

Se inserissi nella schermata di questo sito tutti i dati del mio account Facebook me lo ruberebbero entro 10 minuti cambiando la password.

Non potreste neanche fare reclamo perché Meta non riscontrerebbe nessuna violazione e quindi siete fregati.

Ricordate ne Facebook né Twitter né Instagram mandano mail di questo tipo.

Quando siete bloccati per qualche violazione esempio un commento sbagliato, ricevete una notifica direttamente navigando sul social.

Una punizione potrebbe essere ad esempio non potete mettere like per 24 ore o non potete commentare.

Fatevi furbi ed occhio a questi messaggi.

Come rubare account Facebook

Esistono diversi modi per rubare un profilo Facebook. Uno dei modi più comuni è utilizzare tecniche di ingegneria sociale per craccare password Facebook ed ottenere le credenziali di accesso dell’amministratore della pagina. Questo può essere fatto inviando e-mail con intestazione ed immagini uguali a quelle di Meta o messaggi di testo fraudolenti che sembrano provenire da Facebook o da un’altra fonte attendibile.

Le e-mail o i messaggi di testo possono contenere un link a un sito Web falso che, una volta fatto clic, installa malware sul computer dell’utente. Il malware può quindi essere utilizzato per rubare le credenziali di accesso dell’utente, comprese quelle dell’amministratore della pagina Facebook.

Un altro modo per rubare pagine Facebook è utilizzare attacchi informatici. Questi attacchi possono sfruttare vulnerabilità nei sistemi di sicurezza di Facebook per ottenere l’accesso alle pagine. Gli attacchi informatici possono essere molto difficili da rilevare e possono essere utilizzati per rubare pagine Facebook con un gran numero di follower.

Ecco alcuni modi specifici per rubare pagine Facebook:

Phishing: L’hacker invia un’e-mail o un messaggio di testo fraudolento che sembra provenire da Facebook. L’e-mail o il messaggio di testo contiene un link a un sito Web falso che, una volta fatto clic, installa malware sul computer dell’utente. Il malware può quindi essere utilizzato per rubare le credenziali di accesso dell’utente, comprese quelle dell’amministratore della pagina Facebook.
Brute force: L’hacker utilizza un software per provare una serie di combinazioni di nome utente e password fino a trovare una combinazione valida. Questo processo può richiedere molto tempo, ma è possibile se l’hacker ha una grande quantità di potenza di calcolo.
XML injection: L’hacker sfrutta una vulnerabilità nel sistema di sicurezza di Facebook per inserire codice XML dannoso in una pagina Facebook. Il codice XML dannoso può quindi essere utilizzato per rubare le credenziali di accesso dell’amministratore della pagina Facebook.
Social engineering: L’hacker utilizza tecniche di ingegneria sociale per convincere l’amministratore della pagina Facebook a condividere le proprie credenziali di accesso.

Notifiche all’interno di Facebook: il malintenzionato crea una pagina Facebook identica a quella di Meta ed invia notifiche a pagine e profili dicendo che c’è stata una violazione delle policy creando allarme con un messaggio di urgenza che l’account verrà chiuso. Cliccando sul pulsante l’hacker assume il controllo dell’account Facebook.

Questo può essere fatto inviando e-mail o messaggi di testo fraudolenti che sembrano provenire da Facebook o da un’altra fonte attendibile.

È importante notare che rubare profili Facebook è un reato. Le persone che vengono sorprese a rubare pagine Facebook possono essere denunciate alla Polizia Postale e possono essere soggette a sanzioni penali.

Ultimamente mi raccontava un mio amico consulente digitale Fabio Antichi che a lui hanno addirittura rubato l’account Meta con l’autenticazione a due fattori attivata, ed ha avuto un sacco di problemi con clienti ai quali gestiva la business suite e gli faceva le sponsorizzate.

Programma per rubare account Facebook

Un altro modo per rubare un account Facebook è utilizzare un programma per rubare gli account.

Mi spiego meglio. Molti vorrebbero rubare i profili Facebook agli altri e vanno alla ricerca sul web di programmi che consentano di scoprire la password di Facebook, ma sono proprio quei programmi che ti rubano l’account.

Una volta scaricati ti invitano a collegare il tuo profilo Facebook per craccare la password ma non fanno altro che prendere la tua.

Eri partito per fregare qualcuno e sei rimasto fregato.

Come proteggere una pagina Facebook

Ecco alcuni consigli per mettere in sicurezza le pagine Facebook da furti:

  • Utilizza una password forte e univoca per l’account amministratore della pagina.
  • Attiva l’autenticazione a due fattori.
  • Evita di fare clic su link o aprire allegati da e-mail o messaggi di testo che non conosci.
  • Installa un antivirus e un firewall sul tuo computer.
  • Esegui gli aggiornamenti software di Facebook non appena sono disponibili.

Se sospetti che la tua pagina Facebook sia stata rubata, contatta immediatamente Facebook.

Condividi l'articolo
Forse ti potrebbe interessare